Roberto Fassone

Timpettil/ The wall art shop:

Roberto Fassone (1986, IT) esplora temi complessi attraverso una varietà di medium, utilizzando la confusione come fosse una struttura creativa, stimolando lo spettatore a riflettere sulla realtà e le sue interpretazioni. Inizialmente influenzato da Cesare Pietroiusti, Fassone ha adottato un approccio analitico, esplorando soprattutto le tecniche artistiche tradizionali, che poi ha abbandonato, per esplorare le modalità performative nell’ottica di una più completa libertà d’azione. Il suo lavoro riflette una visione del mondo che è familiare e alienante al tempo stesso. Nonostante la sua pratica muova da una matrice concettuale, Fassone preferisce conservare spontaneità e leggerezza come presupposti del piacere del fare artistico. Perciò l’artista utilizza il gioco, il travestimento e la finzione come strumenti espressivi, esplorando la natura mutevole della realtà e stimolando un dialogo critico sul mondo che ci circonda.

A Cremona Roberto Fassone è stato invitato a dialogare con la città attraverso due azioni. La prima è di natura performativa e accade due momenti diversi, domenica 19 maggio e martedì 21 maggio, presso la Sala della Giunta a Palazzo del Comune e presso la biblioteca di Palazzo Raimondi. La seconda, invece, si sviluppa in due sedi nel centro della città, dietro alla piazza del Comune. Presso Timpetill, una libreria per bambini, Fassone espone dei libri editi della casa editrice dell’artista, Roi De Coupe. I libri sono presentati in vetrina, insieme a una pubblicazione prodotta per Cremona Art Week. Il libro si intitola Breve introduzione al pensiero critico di Romeo Fassone. Tutti i perché? Tutte le domande che Romeo ha fatto da agosto 2023 a novembre 2023 e viene presentato al pubblico in questo nuovo contesto. Raccoglie le frasi tratte dalle questioni poste da Romeo, figlio dell’artista, nel periodo indicato. Alcune pagine sono a disposizione del pubblico presso l’ediacola che si trova accanto al Battistero. Nella vetrina del negozio accanto (The Wall), Fassono, sempre in dialogo con il contesto che lo ospita, mette in mostra una nuova produzione legata a un immaginario che riprende il tema della guerra, mescolandosi con quello dell’intelligenza artificiale. Gli Animali che pensano alla guerra (e un gruppo di camaleonti che ha preso l’LSD) rappresenta, con pensierosa ironia, questi temi. In un negozio di souvenir e oggettistica, dunque, Fassone prosegue con “un’emanazione di Roi de Coupe, sotto forma di articolo regalo”.

Mostre principali: Maison de la Culture, Lussemburgo/ MAXXI L’Aquila/ Ars Electronica, Linz, AU/ Vision du Rèel, Nyon, CH/ 25th Gabrovo Biennial of Humor & Satire in Art, Gabrovo, BG/ Lo schermo dell’arte, Firenze/ Istituto Italiano di Cultura, Parigi/ Fanta-MLN, Milano/ MAMbo, Bologna. Ha fondato la casa editrice Roi de Coupe. Nel 2023 ha vinto il MAXXI Bulgari Prize for Digital Art.